Ebone giganteggia e abbatte la Lazio

L’attaccante del Bologna si carica la squadra sulle spalle e con una prestazione totale trascina i compagni alla vittoria.
16.11.2022 13:38 di Stefano Rossoni   vedi letture
©️Instagram/bologna academy
©️Instagram/bologna academy

Tommaso Ebone, numero 9 sulla schiena come i grandi centravanti. E lo ha dimostrato, nei 90 minuti di gioco al Green Club di Roma: con una prestazione maiuscola condita da un gol, un assist, un’espulsione procurata e tante giocate di gran livello, ha trascinato il Bologna nella vittoria (2-5) ai danni della Lazio.

Avevamo già parlato di lui in un articolo meno di un mese fa, a seguito della sua prima rete in Primavera, raccontando parte della sua storia: https://www.lagiovaneitalianews.it/under-19/ebone-non-smette-di-segnare-il-bologna-cala-il-poker-contro-la-juve-24264

La partita di Tommaso domenica è stata semplicemente perfetta: lasciato solo a combattere contro Zazza e Petrucci, è riuscito a mandare in difficoltà entrambi i centrali per tutta la gara. Partecipa al primo gol del Bologna, quello dell'1-1, quando dopo uno sprint sulla fascia sinistra si libera di un avversario e mette dentro per Goffredi che rifinisce poi per la rete di Ferrante. Al 62’ fa espellere il già ammonito Petta, che è costretto a trattenerlo per non lasciarlo andare davanti al portiere dopo un lancio dalle retrovie. Dieci minuti più tardi si presenta dagli 11 metri e spiazza Polidori con grande freddezza realizzando il gol del 2-2. Partecipa anche alla rete del 2-4, smarcandosi egregiamente all’altezza della metà campo e aprendo con il piatto verso Goffredi che riceve l’assist e solo davanti a Polidori scarica alla sua sinistra per Andresson, che realizza il più facile dei gol.

Prestazione totale quella di Tommaso, che ci ha anche fatto capire tutte le sue caratteristiche e la sua “completezza” come centravanti moderno. Dal punto di vista fisico è un giocatore che salta subito all’occhio, longilineo di alta statura presenta già una struttura importante e ben definita. Ottima forza esplosiva che va a braccetto con il lato atletico, sfrutta egregiamente le lunghe leve con ottime progressioni in velocità. Da sottolineare la grandissima coordinazione aerea e l’equilibrio, non scontati per un giocatore con questa fisicità.

Tecnicamente, Ebone è il centravanti che tutti gli allenatori vorrebbero, ottimo in tutti i fondamentali: il dominio risulta eccellente, sia il primo controllo che quello orientato. Dotato di un buon calcio, forse l’unico neo resta il colpo di testa, che può sicuramente essere migliorato vista la struttura fisica imponente. Tatticamente è il classico attaccante moderno, prima punta di movimento. Contro la Lazio è stato schierato come punta centrale nel 4231 e nonostante fosse spesso isolato contro tutta la difesa biancoceleste, è riuscito a liberarsi sempre degli avversari grazie all’alternanza di continui smarcamenti in appoggio ed in profondità. Ottima difesa della palla spalle alla porta, diventa imprevedibile anche quando punta l’uomo in velocità grazie al dribbling di forza. Nonostante il suo compito sia quello di finalizzare, risulta essere un giocatore molto altruista, che ha nella rifinitura l'attitudine tattica quasi primaria.

Tommaso si sta ritagliando sempre più spazio tra le fila del Bologna, iniziando ad assaggiare anche il campo con la Primavera. Gli auguriamo di dare seguito alla prestazione realizzata domenica contro la Lazio, noi sicuramente continueremo ad osservarlo da vicino e siamo certi che se dovesse continuare così ci sarà un posto per lui nell’Almanacco 2023 de La Giovane Italia.