Cereser para di tutto, ma il Monza agguanta il pareggio nel finale

Il numero uno del Torino è stato assoluto protagonista del match con i suoi grandi interventi.
16.11.2022 18:15 di Stefano Rossoni   vedi letture
Cereser para di tutto, ma il Monza agguanta il pareggio nel finale

Il Monza strappa un pareggio in extremis contro il Torino: la rete di Falcone su calcio d'angolo regala un punto alla squadra di mister Morin, che mantiene la terza posizione nel girone A. I padroni di casa avrebbero potuto segnare con largo anticipo, addirittura nei primi 5 minuti della partita, ma ad ostacolare il loro cammino verso la gioia del gol ci ha pensato Francesco Cereser, numero uno granata, che ha salvato la squadra con interventi prodigiosi. 

Dopo solamente pochi istanti dall'inizio del match, Treffiletti si trova tutto solo davanti al portiere: il numero 7 del Monza prova ad angolare il tiro, ma Cereser è bravo ad intuire la direzione del pallone e respingerlo con il piede. Un duello, quello tra i due giovani calciatori, che si ripete 180 secondi dopo, con un siluro dalla distanza del centrocampista che trova però pronto il portiere, abile nel deviare la sfera in calcio d'angolo. Certamente più semplice è l'intervento su Bangura al 34', con un tiro lento e di facile lettura. 

La parata più importante tra tutte la realizza nella ripresa, esattamente alla mezz'ora: Polonioli si incarica della battuta del calcio di punizione, il pallone sorvola la barriera ma ancora una volta si infrange sui guantoni di Cereser. E quando pare non ci sia nulla che lo possa superare, ecco la doccia gelata: Falcone stacca tutto solo in area di rigore, Amisano prova a salvare ma la sfera varca la linea di porta: 1-1.

Al quinto minuto di recupero, l'arbitro sancisce la fine del match. Un risultato importante per il Torino che conquista un punto contro una squadra ostica, ancora imbattuta in campionato. Applausi meritati a tutta la squadra di mister Della Morte, con una menzione d'onore a Cereser, senza dubbio il migliore in campo di questo incontro.

Cereser dimostra grande sicurezza tra i pali, legge bene le traiettorie sui tiri dalla distanza ed è reattivo sui colpi ravvicinati degli attaccanti. Freddo nell'uno contro uno con l'avversario, non cede alle finte ma rimane in piedi fino alla fine per respingere il tiro, proprio come dimostrato nella prima occasione del Monza. I compagni si fidano molto delle sue qualità, sia come portiere che nel gioco con i piedi, rifugiandosi da lui in caso di difficoltà. I margini di miglioramento sono evidenti, com'è giusto che sia per un ragazzo di 14 anni, ma le prestazioni di questo inizio campionato stanno dimostrando che le qualità ci sono... e sono importanti.