Bonfanti "studia" da Scalvini: la Dea ha un altro gioiello in casa

Decisivo nell'ultima giornata di Serie C contro il Trento, il giovane difensore si candida a diventare un elemento chiave (quantomeno in futuro) della Prima Squadra.
17.01.2024 10:00 di Stefano Rossoni   vedi letture
©️Instagram/giovannibonfantii
©️Instagram/giovannibonfantii

Che il vivaio dell'Atalanta potesse offrire giovani di ottima qualità, nessuno aveva dubbi. Ma che dopo l'exploit di Scalvini, diventato ormai una pedina fondamentale per la Prima Squadra, si arrivasse ad avere un altro difensore, classe 2003, di grandissima prospettiva, questo in pochi se lo aspettavano.

Sì perchè nel campionato di Serie C continua a stupire non solo l'incredibile cammino dell'Under 23 nerazzurra, attualmente quarta in classifica nel girone A, ma in particolar modo colpiscono le prestazioni di Giovanni Bonfanti, che nella scorsa giornata ha realizzato il gol decisivo contro il Trento. Seconda rete stagionale per questo ragazzo che, nei mesi scorsi, ha prima debuttato in Serie A e poi è andato perfino a segno nella trasferta di Europa League contro i polacchi del Rakow Czestochowa. 

Numeri da urlo per Bonfanti che, quest'anno, sta disputando la sua seconda "avventura" nel calcio professionistico. Dopo il prestito al Pontedera, dove colleziona ben 23 presenze e raggiunge il secondo turno di play-off con la squadra di Max Canzi, ora pare super determinato a emergere nel contesto nerazzurro, sia con l'Under 23 ma anche con il gruppo di Gasperini, a cui è stato aggregato (complici alcuni infortuni nel reparto difensivo) soprattutto a partire da fine ottobre. 

La voglia di affermarsi in Serie A è tanta, ma è chiaro che la società sia intenzionata a "preservare" il proprio talento, senza affrettare le tappe ma accompagnandolo nelle diverse fasi della sua carriera. Con la speranza ovviamente che, nei prossimi anni, possa diventare a tutti gli effetti un elemento chiave della Dea.