Cappelletti-Caca, quanta qualità sulla trequarti della Pergolettese

I due giovani calciatori gialloverdi hanno trascinato la propria squadra alla vittoria nell'ultimo turno di campionato.
23.11.2023 16:00 di Stefano Rossoni   vedi letture
Cappelletti-Caca, quanta qualità sulla trequarti della Pergolettese

Dopo un inizio di stagione tutt'altro che positivo, con solamente 4 punti raccolti in 7 giornate, la Pergolettese trova la sua seconda vittoria consecutiva in campionato, battendo la Carrarese in una gara dalle mille emozioni. 

Una partita che non si era messa benissimo per i ragazzi di mister Russo, passati in svantaggio dopo 7 minuti con il gol di Donadel. La reazione dei padroni di casa non si fa però attendere e al 12' inizia lo show targato Cappelletti e Caca. I due sono protagonisti già nell'azione del primo gol, nel quale il numero 7 salta con grande astuzia l'avversario e poi serve il compagno (tutto solo) in area di rigore, abile ad aprire il "piattone" e superare Bernardi. Il dieci è letteralmente incontenibile e va vicino alla doppietta nel giro di pochi secondi, colpendo prima il palo (dopo una deviazione del portiere) e poi non riuscendo ad inquadrare lo specchio dopo l'ennesimo dribbling riuscito. Il 2-1 tanto cercato dalla Pergolettese arriva al 43' e porta la firma proprio di Matteo Cappelletti, con un siluro dalla distanza su cui Bernardi non può nulla. Dopo l'assist, anche il gol. 

Nella ripresa sono ancora i gialloverdi a trovare la rete, questa volta con Belloni, servito - tanto per cambiare - dal fantasista in maglia numero sette. E per un'occasione creata da Cappelletti, eccone un'altra di Caca: riceve palla sulla sinistra, finta di calciare col destro e rientra sul mancino, lasciando sul posto il difensore, e solo un miracolo di Bernardi (semplicemente strepitoso, nonostante l'evidente errore su 3-1) tiene a galla la Carrarese. Gli ospiti avranno la forza di accorciare le distanze per ben due volte, prima con Ciampi e poi con Borghini, ma la rete nel mezzo di Cardillo (quella del 4-2) risulterà decisiva ai fini del punteggio finale. Un altro risultato utile, dunque, per la Pergolettese di Emanuele Russo, che sale così al nono posto in classifica a quota 10 punti.

Una squadra che ha saputo reagire molto bene alla "doccia gelata" di Donadel, trascinata soprattutto da due elementi di sicuro affidamento. Caca è stato una spina nel fianco continua durante tutto il corso della gara. I difensori non sapevano mai come limitarlo in fase di tiro: poteva rientrare e calciare col destro o spostarsi il pallone sul mancino, senza mai anticipare agli altri le proprie intenzioni. Devastante nell'uno contro uno, quel doppio falso si è rivelato letale per liberarsi della marcatura degli avversari e poi concludere in porta, come dimostrato sia nella prima che nella seconda frazione. Cappelletti, invece, ha regalato giocate di ottimo livello e dall'alto coefficiente di difficoltà. La bravura di un calciatore risiede, spesso, nel far sembrare le cose complicate come le più semplici: così è stato. La facilità con cui supera Biagi nell'azione del primo gol e l'eleganza con la quale si prepara al tiro dalla distanza nel 2-1, sono doti che appartengono solo a giocatori di qualità. Per non parlare, inoltre, dello splendido dribbling a centrocampo per liberare Belloni al tiro: l'ennesima perla della sua partita.

Due giocatori su cui mister Russo, e tutta la Pergolettese in generale, puntano parecchio, convinti che potranno risultare decisivi a fine stagione con prestazioni importanti, proprio come quella messa in campo lo scorso weekend.