Corsa e voglia di andare a segno: Francesco Mariutto al centro del Venezia

Adattabile sia come trequartista che come mediano, il classe 2007 è irremovibile nell'undici di partenza di mister Enguidanos
08.02.2024 18:00 di Edoardo Ferrio   vedi letture
Corsa e voglia di andare a segno: Francesco Mariutto al centro del Venezia

Il Venezia Under 17 nell'ultima giornata di campionato è uscito sconfitto di misura dal Taliercio contro l'Inter. I ragazzi di Enguidanos pagano un primo tempo in cui non sono riusciti a mettere il naso nell'area avversaria, subendo così il gol di Carrara nel finale della prima frazione, rete che è poi valsa tre punti. Non è bastato l'assalto alla porta interista del secondo tempo: i tre punti se li sono portati a casa i meneghini, barricandosi nella propria area. Tuttavia, ci fa piacere rimarcare e parlare di uno dei ragazzi lagunari che ben sta figurando da inizio anno, ovvero Francesco Mariutto.

La rivoluzione che ha colpito il settore giovanile del Venezia, che da un paio d'anni sta lavorando su un progetto modellato sulla cantera del Barcellona, è ancora in fase di sviluppo e non è stato semplice per tutte le squadre adattarsi a questo nuovo modo di giocare. I progressi però, dall'anno scorso a quest'anno, si possono cogliere evidenti, specie nell'Under 17: l'anno passato, il Venezia dei 2007 aveva chiuso al nono posto il proprio girone, con appena 16 punti e 4 vittorie in 18 partite, davanti solo al Südtirol. Quest'anno, i lagunari hanno già collezionato 20 punti in 17 incontri e fino alla partita contro l'Inter potevano seriamente coltivare ambizioni di play-off; la zona della post-season ora si è allontanata, ma i punti a disposizione sono ancora tanti.

Tra i migliori di questa stagione, in cui è stata invertita la tendenza, c'è sicuramente Francesco Mariutto, vicecapitano della squadra allenata da Mario Enguidanos, e giocatore insostituibile nel centrocampo veneziano. L'Under 17 aveva iniziato il campionato giocando con un 4-2-3-1, nel corso del tempo cambiato in 4-1-4-1. E proprio Mariutto è stato il prescelto per cambiare posizione, avanzando dalla linea di mediana con Perissinotto allo spartirsi i compiti in trequarti con Vicario, pronto a innescare le corse di Modesto e Turella sugli esterni. Mariutto dispone di un buon piede e di grande voglia di cercare la rete: va spesso al tiro e non disdegna gli inserimenti, anche se normalmente preferisce appostarsi al limite dell'area per andare al tiro su una respinta. Vicecapitano veneziano (la fascia normalmente spetta a Bertoncello, spesso però impegnato con i più grandi), sa sacrificarsi tanto all'indietro quando c'è da dare una mano in fase di copertura e interdizione ai difensori. Ha buona gamba e resistenza e corre fino allo sfinimento in ogni partita in cui viene impiegato.

La stagione del Venezia questa domenica arriva al crocevia più importante: i lagunari giocheranno a Lecco per una sfida chiave per la stagione: i lecchesi sono quinti in classifica, ultimo posto valido per i play-off, inseguiti da Como, Brescia, Verona e proprio Venezia. Per i ragazzi di Enguidanos e Mariutto è quasi un'ultima chance da giocarsi alla morte, ma se saranno in grado di fare squadra e sfruttare le capacità anche del proprio capitano, potranno cercare di replicare la sfida dell'andata, quando si imposero per 4-2.