È Andrea Motta l’MVPlayer LGI di Venezia-Reggiana, nona giornata del Girone A

L'estremo difensore della Reggiana abbassa la saracinesca nel match col Venezia e tiene la porta inviolata
26.11.2023 09:15 di Edoardo Ferrio   vedi letture
È Andrea Motta l’MVPlayer LGI di Venezia-Reggiana, nona giornata del Girone A

Il match del Taliercio tra Venezia e Reggiana non è stata una bella partita: con i lagunari impelagati nella lotta per non retrocedere e gli emiliani distanti appena tre punti in classifica, nessuna delle due si è mai sbilanciata in avanti per cercare con convinzione i tre punti. Dopo un primo tempo alla camomilla, nella ripresa è stato il Venezia a fare qualcosa di più per cercare la vittoria, ma le velleità della squadra di casa si sono arenate sui guantoni di Andrea Motta. L'estremo difensore ospite, classe 2005, ha calamitato ogni pallone arrivato nei pressi della sua area, preservando così il risultato ad occhiali. 

Il duello personale di Motta è stato con il centravanti del Venezia Alvin Obinna Okoro: questi, nel secondo tempo, in due occasioni è stato lanciato nella metà campo ospite, presentandosi tutte e due le volte a tu per tu col portiere reggiano, ma in entrambe le circostanze si è fatto stregare dall'uscita bassa di Motta, che con la giusta attenzione e prendendo i tempi giusti ha sventato ogni pericolo per i suoi. Okoro ha trovato il modo di rendersi pericoloso in altri modi: alla mezzora del secondo tempo, da distanza ravvicinata, l'attaccante è riuscito a liberarsi per deviare verso la porta un calcio d'angolo, ma anche in quell'occasione ha trovato i pugni del portiere ospite a dirgli di no. In un match così bloccato, a Motta è bastato essere reattivo nelle poche occasioni in cui è stato chiamato in causa per mantenere inviolata la sua porta. 

Si tratta del terzo clean sheet nelle ultime quattro partite per Motta, che risulta quindi uno dei protagonisti del recente periodo positivo della Reggiana, capace di raccogliere sei punti nelle ultime cinque partite, perdendo in una sola occasione, sul campo dell'Udinese. Forti di un estremo difensore attento e sicuro, gli emiliani possono pensare di risalire la china in classifica, a patto però di trovare maggiore convinzione in attacco.