Enrico Oviszach: tra i consigli di De Paul, la Coppa Italia e il momento d'oro con il Giugliano

Dopo il trasferimento dal Vicenza, l'attaccante classe 2001 sembra aver trovato una continuità importante (soprattutto in termini di gol) con la nuova maglia.
23.11.2023 18:00 di Stefano Rossoni   vedi letture
©️Instagram/giugliano.calcio
©️Instagram/giugliano.calcio

Enrico Oviszach non si ferma più. Dopo aver realizzato il suo primo gol in stagione contro il Brindisi, l'attaccante ex Vicenza si è poi riconfermato nelle trasferte successive, andando a segno a Benevento e anche nell'ultima gara contro l'Avellino. 

Un periodo di forma estremamente positivo per Oviszach, un ragazzo a cui siamo particolarmente affezionati avendolo inserito, nelle scorse edizioni, tra le pagine dell'Almanacco de La Giovane Italia. Una sola presenza, ovvero nel 2017, quando riuscì a catturare la nostra attenzione nelle giovanili bianconere, dove fu un vero e proprio punto di riferimento per le varie categorie, tra cui l'Under 17 allenata Raffaele Ametrano e la squadra Primavera. Non ha mai debuttato nella massima categoria, ma venne aggregato in diverse occasioni da Luca Gotti con la Prima Squadra, sfiorando l'esordio nel finale della stagione 2019/2020, come sappiamo terminata ad agosto a causa dell'interruzione dei campionati per l'emergenza Covid. Ha potuto allenarsi insieme a calciatori di livello internazionale; in una sua ultima intervista raccontava, ad esempio, di come fosse grato a De Paul per tutti gli insegnamenti dati, definendolo come "il giocatore più forte con cui abbia mai giocato". Crescere in un contesto di quel tipo, accelera clamorosamente il percorso di maturità calcistica di un giovane, che può così acquisire una mentalità forte, solida e già proiettata al cosiddetto "calcio dei grandi". 

Dopo l'ultima stagione con il Vicenza, dove conquista insieme ai compagni la Coppa Italia e scende in campo nella finale - sia all'andata che al ritorno -contro la Juventus Next Gen, nell'estate scorsa decide di trasferirsi a titolo definitivo al Giugliano. Qui trova subito un discreto spazio, seppur non come titolare, mentre nelle ultime settimane sembra aver trovato quella continuità necessaria, a livello di prestazioni ma soprattutto in chiave realizzativa, per convincere Bertotto ad affidargli presto una maglia dal 1'.

Attendiamo dunque di scoprire quali scelte farà il tecnico nel prossimo impegno contro il Catania, convinti che con questo Oviszach la squadra potrà ottenere risultati importanti non solo nelle giornate che arriveranno a breve, ma per il prosieguo dell'intera stagione.