Passo falso del Padova, il Mantova è solo in vetta. Trimboli e Monachello decisivi contro l'Atalanta

I due ex LGI, protagonisti delle scorse edizioni dell'Almanacco, hanno contribuito alla preziosa vittoria nel posticipo della quindicesima giornata.
28.11.2023 18:00 di Stefano Rossoni   vedi letture
©️Instagram/mantova
©️Instagram/mantova

Il passo falso del Padova contro la Pergolettese permette al Mantova non solo di mantenere la vetta del girone, ma di "allontanare" le avversarie a ben due punti di distanza in classifica. 

Tutto nasce, ancora prima di ieri sera, dall'importante vittoria ottenuta qualche giorno fa a Bergamo. Le reti di Trimboli e Monachello sono state decisive per conquistare un successo tutt'altro che scontato, considerato l'ottimo momento di forma dei nerazzurri. Due giocatori ben conosciuti dalle parti di LGI, essendo stati entrambi protagonisti dell'Almanacco.

Simone Trimboli, classe 2002, ha partecipato a ben 3 edizioni, dal 2018 al 2020. In quel periodo vestiva la maglia della Sampdoria, dove riuscì a distinguersi fin dall'Under 16, quando fu addirittura scelto come capitano dell'Italia in alcune occasioni. Nella stagione 2018/2019 arrivano le prime convocazioni con la squadra di Marco Giampaolo, alla quale viene aggregato per le trasferte di Napoli e Verona. Il debutto nella massima categoria arriva però qualche anno dopo, più precisamente il 12 marzo 2022: Trimboli prende il posto di Rincon e colleziona i suoi primi minuti in A contro la Juventus. La stagione 2022/2023 è completamente da dimenticare: in estate rimedia la rottura della clavicola, che lo costringe a rimanere ai box per diverso tempo. Nessuna gioia neanche dal prestito, nella finestra invernale di mercato, in Ungheria. Dalla scorsa estate è diventato, invece, un giocatore a titolo definitivo del Mantova. L'inizio di campionato è certamente positivo: 15 presenze fin qui, tra campionato e Coppa Italia, e venerdì sera è arrivato anche il suo primo gol con la nuova maglia. Una rete che mancava addirittura da quasi due anni (in gare ufficiali): era il 22 dicembre 2021 e Trimboli realizzava un bellissimo gol su punizione nella partita di Primavera 1 tra Sampdoria e Verona. 

Due presenze, invece, per Gaetano Monachello, inserito nel 2012 e nel 2013 tra i migliori profili della sua categoria. Erano gli anni in cui fu attaccante prima dell'Inter, poi del Parma, ultimo club italiano prima delle sue avventure all'estero. Ucraina, Cipro, Francia, Belgio e Grecia sono le Nazioni in cui ha militato prima di far ritorno al nostro Paese con la maglia della Virtus Lanciano. La buona stagione disputata in Serie B porta l'Atalanta a investire sul giocatore e a puntarci fin da subito, facendolo esordire nella massima categoria già nella stagione 2015/2016. La sua prima apparizione è in un Sassuolo-Atalanta, gara nella quale subentra al Papu Gomez nei minuti finali. Saranno 10 le presenze complessive, con tanto di maglia da titolare sia contro l'Inter di Mancini, sia con la "prima" Juventus di Massimiliano Allegri. Nonostante le numerose esperienze in giro per l'Italia, la Serie B resterà il campionato dove colleziona il maggior numero di presenze (più di 120), categoria che proverà a riconquistare proprio con il suo Mantova. Un traguardo non semplice da raggiungere, considerate avversarie di livello come Padova, Triestina, Vicenza e altre, ma la squadra di Davide Possanzini farà di tutto pur di chiudere il girone davanti a tutte quante.