È Giuseppe Lepre l’MVPlayer di Veneto-Campania, semifinale del Torneo delle Regioni

Il capitano della squadra di mister Rispo non solo guida la retroguardia, ma segna anche una doppietta che vale la qualificazione all’ultimo atto
28.03.2024 17:00 di Luca Pellegrini   vedi letture
Esultanza di Lepre dopo il 2-0
Esultanza di Lepre dopo il 2-0

Sulla carta sarebbe un difensore centrale. Uno di quelli che i gol li impedisce, per intenderci. Invece, proprio nella gara da dentro o fuori, si trasforma in goleador. E sono reti pesantissime. Grazie alla sua doppietta, infatti, Giuseppe Lepre – capitano della Rappresentativa LND campana – si guadagna la palma di MVPlayer LGI e, soprattutto, trascina la squadra alla vittoria nella semifinale del Torneo delle Regioni. Il Veneto viene piegato per 3-1 e saluta la manifestazione ad un passo dall’ultimo atto.

La partita si accende dopo pochi secondi e il merito è della Campania, che si getta subito in attacco e colpisce un clamoroso doppio palo con Severino. Sembra il preludio a un primo tempo ricco di emozioni, ma la gara scorre placida fino al recupero. Quando le 2 squadre sembrano destinate a tornare negli spogliatoi sul punteggio di 0-0, i campani hanno un altro guizzo: Migliaccio si guadagna un penalty e a incaricarsi della battuta è Lepre. Visto il suo ruolo, una scelta che potrebbe stupire. Ma non è un caso che indossi la fascia da capitano. Nel momento decisivo, si prende la squadra sulle spalle, è glaciale dagli undici metri e porta avanti i suoi. E non è finita: in avvio di ripresa, infatti, concede il bis (di testa) sugli sviluppi di un calcio. Per il Veneto è un uno-due da ko tecnico, tant’è che poco dopo incasserà anche il 3-0. Al triplice fischio mancherebbe un’eternità, ma la formazione di Tosato non riesce a pungere. E se i meriti vanno a tutta la squadra campana, parsa sempre organizzata e lucida, sugli scudi non può che esserci il numero 5. Sì perché la prestazione di Lepre non si ferma ai gol: la puntualità nelle chiusure, l’attenzione in marcatura e il carisma non li mette certo da parte, anzi. Comanda la difesa, tiene tutti i compagni “sull’attenti” e non perde mai la concentrazione. Nel finale il Veneto trova la rete della consolazione con Sagrillo, su calcio di rigore, ma la sostanza non cambia. La Campania conquista meritatamente la finale e domani, alle 9.30, allo “Sciorba” di Genova sfiderà la Rappresentativa del Piemonte-Val d’Aosta.