Baldanzi e la "sindrome" SSGP: segnare solo gol pesanti

Entrato in campo contro la Juve a gara in corso, la sua rete è stata fondamentale per conquistare un punto prezioso in casa dell'ex capolista.
31.01.2024 16:00 di Stefano Rossoni   vedi letture
Baldanzi e la "sindrome" SSGP: segnare solo gol pesanti
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Il posticipo tra Salernitana e Roma di lunedì sera ha messo fine a una ventiduesima giornata di campionato... molto strana, tra i tanti rigori clamorosamente sbagliati e i risultati inaspettati di alcune partite. Tra questi, non possiamo ovviamente che menzionare il pareggio dell'Empoli all'Allianz Stadium, contro una Juventus che da settimane pareva inarrestabile. Eppure, complice anche l'espulsione di Milik nei primi minuti, la squadra di Davide Nicola è riuscita a strappare un punto preziosissimo, che gli consente di avvicinarsi a Cagliari e Udinese in classifica.

Merita una nota speciale Tommaso Baldanzi, autore dell'1-1 con cui si è chiuso l'ultimo match a Torino. Il titolo lo avete letto tutti e molti di voi, lo sappiamo, avranno storto un po' il naso su quella strana sigla: SSGP. Segnare solo gol pesanti non è una casualità per il giovane talento italiano, quanto "ormai" una costante. Un dato salto subito all'occhio per gli amanti delle statistiche... ma soprattutto delle curiosità: un anno dopo quell'Inter-Empoli 0-1, Baldanzi realizza un altro gol nell'ultima decade di gennaio in casa di grandi squadre rimaste in 10 nel primo tempo. In quel caso l'espulso fu Skriniar, non con un rosso diretto come Milik bensì per somma di ammonizioni, la seconda rimediata per un fallo scomposto su Caputo. 

Insomma: il "profumo" dei grandi stadi fa brillare il talento di Tommaso Baldanzi, che dopo i problemi avuti nell'ultimo periodo ora vuole mettere nel mirino una maglia da titolare già nel prossimo impegno contro il Genoa, dove sarà cruciale conquistare punti per continuare a risalire la classifica e scavalcare, chissà, le avversarie citate in precedenza.