Le "dodici ore tutte d’un fiato” di Ercolani: dal gol vittoria contro la Juve Stabia alla Laurea

Il difensore del Foggia ha annunciato sul proprio profilo Instagram la fine del suo percorso di studi in Scienze dell’alimentazione e gastronomia.
19.03.2024 11:15 di Stefano Rossoni   vedi letture
Le "dodici ore tutte d’un fiato” di Ercolani: dal gol vittoria contro la Juve Stabia alla Laurea

“Dodici ore tutte d’un fiato”.

È con questo breve messaggio che Luca Ercolani ha esordito sul proprio profilo Instagram annunciando la fine del suo percorso di studi in Scienze dell’alimentazione e gastronomia, mettendo in primo piano la foto con la classica corona di alloro, a simboleggiare il conseguimento della Laurea. Un traguardo importante che noi de La Giovane Italia amiamo sempre sottolineare, in quanto riteniamo fondamentale come, insieme alla carriera sportiva, possa andare di pari passo anche quella scolastica. Potendo ottenere, inoltre, risultati soddisfacenti in entrambe le situazioni, proprio come dimostrato dallo stesso Ercolani, decisivo qualche ora prima (ecco il motivo della descrizione a inizio articolo) con il suo Foggia.

Il difensore ex Carpi e Alessandria, cresciuto nelle giovanili del Manchester United, ha realizzato infatti il gol del definitivo 2-1 contro la Juve Stabia, mandando così ko la capolista del girone e permettendo, inoltre, alla propria squadra di conquistare la terza vittoria nelle ultime cinque giornate. Ora il Foggia è decimo, in piena corsa per i play-off.

Applausi meritati, dunque, per Ercolani che, oltre a poterlo nominare (da ora in poi) come "dottore", ci piace definirlo anche ex LGI, avendo infatti partecipato all'edizione 2018 del nostro Almanacco come uno dei migliori profili della classe '99. In quel periodo, oltre che a mettersi in mostra nelle giovanili dei Red Devils, fu anche convocato dal ct dell'Italia Under 20, Paolo Nicolato, in occasione dell'Elite League, competizione nella quale disputa ben 5 partite, dalla sfida contro l'Inghilterra fino a quella con la Svizzera.

E dunque: congratulazioni Luca, ad maiora!