Giuseppe Cuomo a Vicenza per risalire la china con i biancorossi

Il difensore approda sotto i Berici in un momento molto delicato per i veneti, che dopo un girone d'andata sotto tono dovranno dare il tutto per tutto
12.01.2024 19:30 di Edoardo Ferrio   vedi letture
Giuseppe Cuomo a Vicenza per risalire la china con i biancorossi

Le aspettative del Vicenza sulla stagione in corso erano ben diverse: la squadra veneta, che aveva iniziato il campionato con ambizioni di promozione diretta, dopo un avvio abbastanza positivo è clamorosamente sbandata tra ottobre e novembre, naufragando fino a venti punti di distacco dal primo posto occupato dal Mantova. Una prima parte di stagione così stentata è costata cara al tecnico Aimo Diana, arrivato in estate dopo aver appena ottenuto la promozione in cadetteria con la Reggiana. A sostituirlo, un altro allenatore fresco di promozione in Serie B, anche se reduce da un esonero: si tratta di Stefano Vecchi, reduce dall'esonero alla Feralpi Salò, condotta però per la prima volta in Serie B la scorsa primavera. Grazie alla pauwsa invernale, il nuovo allenatore ha valutato la rosa e ha subito scelto il primo rinforzo per la compagine vicentina: si tratta di Giuseppe Cuomo, difensore, ben noto a noi de La Giovane Italia, visto che per ben quattro volte è stato selezionato nel nostro almanacco (dal 2017 al 2020). Cuomo arriva dal Südtirol dove ha giocato nella prima parte di stagione. 

Cuomo ha esordito appena diciannovenne in Serie A, con la maglia del Crotone, contro il "suo" Napoli; quindi, dopo mezza stagione in prestito al Rende, cinque anni con la casacca dei pitagorici, con cui ha collezionato altre tredici presenze in massima serie, per poi scendere di categoria fino alla Serie C; in mezzo, anche due apparizioni con la casacca della nazionale Under-21. Proprio al terzo livello del campionato italiano, nella passata stagione, ha iniziato a giocare con continuità, facendosi notare come uno dei migliori centrali della categoria e venendo di conseguenza acquistato dal Südtirol di Pierpaolo Bisoli. Tuttavia, un utilizzo altalenante lo ha spinto lontano dal Tirolo per accettare la corte del Vicenza, bisognoso di rintuzzare una difesa che ha assolutamente bisogno di nuova linfa, vista la partenza di De Maio e le lunghe assenze di Pasini e Cappelletti. Il direttore sportivo Matteassi ha ribadito la volontà della società di ottenere la promozione sfruttando i play-off, vista la distanza ormai incolmabile dal primo posto, e Cuomo è il primo tassello per raggiungere l'obiettivo.

Dotato di un fisico statuario, il difensore originario di Vico Equense si è distinto come un giocatre molto abile con i piedi e capace di iniziare l'azione dal basso, come richiesto dai dettami del calcio moderno. Finora, fatto salvo per la stagione dell'anno passato a Crotone, non ha mai trovato spazio con continuità, ma l'auspicio è che, con un allenatore capace di valorizzare i giocatori come Vecchi, ora, a ventisei anni, il campano possa ritagliarsi lo spazio che merita. Per quattro anni nell'almanacco  de La Giovane Italia, Cumo ha la chance di lanciarsi definitivamente in una squadra che ha bisogno di rialzare la testa dopo quattro mesi molto difficili.