Il gol fondamentale di Alexandru Siman: Milan ora in vetta alla classifica

Al Bascus Argius di Uta, i ragazzi di mister Christian Terni vincono 3-2 una partita tirata e incerta fino all'ultimo minuto.
26.10.2023 19:00 di Carlo Fanni   vedi letture
Il gol fondamentale di Alexandru Siman: Milan ora in vetta alla classifica

Partita d’alta classifica quella tra i sardi e i lombardi, coi primi reduci da 3 vittorie in 4 gare e i secondi con un punto in più. Rispetto all’ultimo incontro, pareggiato 1-1 con la Fiorentina, il Milan cambia 4 elementi: il difensore centrale classe 2007, Del Forno, l’esterno destro Alexandru Siman e le due punte Simmelhack e Skoczylas.  

Il Cagliari, spinto anche dal numeroso pubblico sugli spalti, passa subito in vantaggio al 5’ e, sulle ali dell’entusiasmo, continua a spingere e mettere in difficoltà la retroguardia avversaria. Il Milan resiste e alla prima vera occasione da gol non perdona, da grande squadra cinica qual è: la qualità dei rossoneri in fase offensiva comprende anche la spinta dei due terzini Vitali e De Bonis, ed è proprio quest’ultimo a servire l’assist per Lamorte che col destro spedisce la palla all’incrocio, dove Sarno non può arrivare. Alla mezz’ora, dunque, è 1-1 ma il primo tempo ha ancora tante emozioni da regalare, come il gol di Ardau su assist di un ottimo Piseddu, schierato nella posizione inedita di mezzala destra. Al 41’ l’episodio che cambia la gara: da una punizione battuta dalla sinistra e conseguente colpo di testa di Del Forno, il guardalinee vede e segnala all’arbitro un tocco di mano sulla linea di porta da parte di Collu, causando l'espulsione del numero 5 cagliaritano e il rigore per gli ospiti. Dal dischetto si presenta Tezzele, Sarno è bravo a parare la sua conclusione coi piedi ma la sfera finisce sulla testa di Simon che fa 2-2. Nel frattempo, mister Bellucci toglie Saba e inserisce Cherchi, riportando a 4 elementi la difesa.  

Se con l’uomo in meno e l’uscita di un attaccante era lecito aspettarsi un secondo tempo col Cagliari sulla difensiva, la realtà dei fatti ha rimostrato il contrario. L'uomo in meno non si avverte più di tanto, infatti ragazzi di mister Bellucci corrono come dei forsennati, saranno ben tre (due sostituiti) ad avere i crampi durante la gara, uno di questi è Ardau, il migliore dei suoi. Il Milan ha sì il controllo del gioco, rendendosi pericoloso principalmente dal lato destro, con Perina e Siman, che creano più di qualche problema a Mellino e Asproni, ma, come detto, il Cagliari non resta a guardare e ogniqualvolta se ne presenta l’occasione contrattacca. Guidato da un ispirato Trepy, autore del primo gol, il Cagliari avrebbe, al 94’, proprio sui piedi del numero 11 francese, l’occasione della clamorosa vittoria, ma è bravissimo l’estremo difensore milanista Colzani a dirgli di no. Sull’immediato capovolgimento di fronte, il neoentrato Martinazzi, a seguito di una bella azione personale sulla fasica sinistra, serve l’assist per il gol della vittoria a Siman. La dura legge del calcio: “gol sbagliato, gol subito”. 

Il Milan ora è primo e, pur con una gara in più, guarda tutti dall’alto.