Un super Barcella regala all'Albinoleffe il primo round dei quarti di finale

Una prestazione da incorniciare per il numero 10, decisivo nella gara di domenica con un gol su rigore e l'assist per Ceresoli nei minuti finali.
30.05.2023 18:00 di Stefano Rossoni   vedi letture
Un super Barcella regala all'Albinoleffe il primo round dei quarti di finale

Che non fosse una gara come tutte le altre, lo si poteva intuire semplicemente dall’importanza dell’avversario, non proprio uno qualunque. Perchè sì, domenica pomeriggio a Zanica, l’Albinoleffe attendeva i campioni d’Italia in carica: il Cesena.

Una partita, quella valevole per l'andata dei quarti di finale (categoria Under 17), che vedeva contrapposte due squadre in forma: i padroni di casa erano reduci dal complessivo 7-2 rifilato al Pescara, mentre i bianconeri avevano superato con una facilità simile gli avversari del Foggia.

Inizia la partita e già al 9’ ecco le prime occasioni da gol, sia da una parte che dall'altra: l’Albinoleffe va vicino all’1-0 con il colpo di testa di Lekaj, mentre la ripartenza del Cesena, guidata da Ronchetti, per poco non si tramuta in rete, con Taramelli che salva il risultato su Gningue compiendo un autentico miracolo. La squadra di Barzaghi ci prova in più circostanze, sempre con Barcella protagonista: è lui l’uomo più pericoloso, offre giocate di alto livello, probabilmente da categoria superiore, e tenta di sorprendere Cortesi calciando anche dalla lunga distanza. Il duello con l’estremo difensore avversario si rinnova al 44’, a pochi istanti dalla fine del primo tempo, quando si incarica della battuta del calcio di rigore. Il numero 10 prende la rincorsa e con grande freddezza realizza il gol dell’1-0, mostrando un cuore alla tribuna e andando a esultare verso la propria panchina.

Il secondo tempo vede un gioco molto più spezzettato, con tante interruzioni e pochissime emozioni. Le uniche azioni da gol sono da ritrovare nella formazione di Masolini, che ci prova principalmente da fuori, come in occasione del calcio di punizione battuto da Brigidi. Ma quando ormai tutto sembra volgere verso l’1-0, con il Cesena che si “accontenterebbe” dunque di ribaltare il risultato al ritorno con un solo gol di scarto, ecco l’episodio che cambia le carte in tavola: Zamagni prova a proteggere il pallone ma gli viene sottratto da Barcella, il suggerimento è all’indietro per Ceresoli che, di prima intenzione, batte Cortesi per il gol del 2-0, chiudendo così definitivamente i conti.

Tra i migliori in campo del match è impossibile non citare Barcella, autore di una prestazione "da 10 in pagella" e votato come MVP del match da La Giovane Italia: gol, assist e tanta, veramente tanta qualità nelle giocate offerte nel corso della gara. Da citare inoltre la prestazione di Taramelli, che ha mantenuto la porta inviolata con ottimi interventi, su tutti quello su Gningue nel primo tempo. Ottima prova anche per Ceresoli e Delcarro, due dei quattro giocatori classe 2007 (insieme a Nespoli e Belli) presenti in campo dal 1’. Tra gli ospiti, va invece menzionata la prova di capitan Ronchetti, vero e proprio trascinatore, ultimo dei suoi a mollare in campo.