Cremonese, c'è grande attesa per il debutto di Guido Della Rovere

Dopo un'ottima prima parte di stagione con la Primavera di Pavesi, il giovane talento grigiorosso (aggregato alla Prima Squadra) attende solo di esordire in Serie B.
19.01.2024 12:00 di Andrea Ceresara   vedi letture
Cremonese, c'è grande attesa per il debutto di Guido Della Rovere

Il 2024 inizia con il piede giusto per la Cremonese, con una vittoria di misura sul Cosenza che permette ai padroni di casa di restare in corsa per il secondo posto, occupato ad oggi dal Venezia, con soli tre punti di vantaggio. A far notizia non è solo il colpo di testa di Valentin Antov, che ha regalato il successo ai suoi, ma la prima convocazione assoluta del classe 2007 Guido Della Rovere.

Il giovane talento grigiorosso continua a bruciare le tappe. Dopo aver esordito nel campionato Primavera 2 la scorsa stagione, è riuscito in poco tempo a diventarne un elemento fondamentale. Il centrocampista sta dimostrando le proprie qualità anche con i risultati: la sua squadra, infatti, sta dominando il girone A con ben 13 vittorie in 14 partite. Della Rovere ha messo a referto fin qui 5 gol e 3 assist (ultima rete segnata il giorno prima della convocazione, nel netto successo sul Sudtirol), tutti numeri che hanno convinto Giovanni Stroppa a convocarlo per la prima volta tra i grandi, in Serie B. Non ha ancora fatto il suo debutto, ma un chiaro segnale è stato lanciato e presto avrà la possibilità di esordire nella serie cadetta, mettendo in mostra le doti tecniche e tattiche che lo contraddistinguono.

Nella stagione scorsa, Della Rovere è stato selezionato nella nostra Top 11 votata da voi: https://www.lagiovaneitalianews.it/under-16/la-top-11-secondo-le-vostre-preferenze-ecco-i-migliori-2007-della-scorsa-stagione-25221. Lo abbiamo nominato in altre occasioni sul nostro sito, diverse le volte in cui è stato premiato come MVPlayer LGI, come ad esempio nella gara contro l'Alessandria.

Un giocatore davvero promettente, su cui noi de La Giovane Italia abbiamo sempre creduto (e crediamo tuttora), seguendolo con attenzione da diversi anni. Soprattutto ora che sembra ormai pronto a fare il salto di qualità e giocare finalmente tra i grandi.